FONDIMPRESA – AVVISO 2/2020

CONTRIBUTO AGGIUNTIVO PER MICRO E PICCOLE IMPRESE

10 MILIONI € STANZIATI

I Piani formativi finanziati presentati a valere sull'Avviso 2/2020 di Fondimpresa devono essere Interaziendali.

(il Piano può prevedere la partecipazione massima di 20 aziende).

REQUISITI:

  1. Appartenere alla categoria delle Micro e Piccole Imprese
  2. Essere aderenti a Fondimpresa
  3. Presenza di un saldo attivo (importo del Disponibile > di 0)
  4. Essere in possesso delle credenziali di accesso all’area riservata
  5. Aver maturato sul proprio Conto formazione un accantonamento medio annuo (= Maturando) non superiore a 3.500,00 €
  6. Non avere presentato alcun Piano a valere sull'Avviso 2/2019 fatto salvo il caso in cui il Piano sia stato annullato o respinto e non essere beneficiaria di Piani finanziati sugli Avvisi del Conto di Sistema del Fondo salvo il caso in cui il finanziamento sia stato revocato o l’azienda vi abbia rinunciato.
  7. Partecipazione al Piano di almeno 5 lavoratori per un minimo di 12 ore di formazione pro-capite in una o più azioni formative valide. Tale requisito deve sussistere sia preventivo che a consuntivo.

DESTINATARI:

  • Possono partecipare i lavoratori occupati nelle imprese aderenti, compresi apprendisti, i lavoratori
    posti in cassa integrazione guadagni, anche in deroga.
  • Non possono partecipare i lavoratori in qualità di “uditori”

TEMPISTICHE:

Sarà possibile presentare i Piani formativi dalle ore 09:00 del 20 Ottobre 2020 fino ad esaurimento risorse.

Con Delibera C.D.A. dell'11 Novembre 2020 https://www.fondimpresa.it/content_page/122/1787-delibera-c-d-a-11-novembre-2020-ulteriori-provvedimenti-in-relazione-all%E2%80%99emergenza-covid-19 Fondimpresa ha indetto:

PROROGA DEL TERMINE ULTIMO DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI FINANZIAMENTO AL 30 GIUGNO 2021 (prima stabilito al 31/12/2020).

COSTI AMMISSIBILI:

Il finanziamento per ora di corso del Piano non può superare l’importo massimo di euro 165,00 € (totale costi del Piano – docenza, gestione e rendicontazione – diviso le ore totali delle azioni formative).
Il finanziamento massimo ammissibile, risultante dalla somma del contributo aggiuntivo nei limiti dell’intensità massima prevista per azienda beneficiaria e il totale delle risorse accantonate sul Conto Formazione, non può superare l’importo complessivo di 40.000 €.

Hai bisogno di un chiarimento o vuoi maggiori informazioni?

Richiedi un contatto inviandoci una mail a: info@gherardiconsulting.it

CALCOLA GRATIS I FONDI A DISPOSIZIONE PER LA TUA AZIENDA!

https://www.gherardiconsulting.it/calcola-gratis-fondi-disponibili/

DPCM del 3 novembre 2020 e Formazione in aula, cosa cambia?

Posticipata al 6 novembre 2020 la sospensione delle attività formative d’aula e utilizzo alternativo della didattica a distanza.

In osservanza del DPCM del 3 novembre 2020 https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/11/04/20A06109/sg , che all’Articolo 1 Comma 9 lettera ‘s’ prescrive “I corsi di formazione pubblici e privati possono svolgersi solo in modalità a distanza”, e “Sono consentiti i corsi di formazione in materia di salute e sicurezza a condizione che siano rispettate le misure di cui al ‘Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento al contagio da SARS-Co V-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione’ pubblicato dall’INAIL”, al momento solo alcuni Fondi Interprofessionali, Fon.Coop e For.Te, si sono espressi comunicando quanto segue.

Le imprese beneficiarie e gli enti che gestiscono piani formativi finanziati dai Fondi sono tenuti:

• a sospendere le attività formative in presenza programmatefatta eccezione per i corsi di formazione specificatamente indicati nel Dpcm, tra i quali le materie di salute e sicurezzain tutte le Regioni a partire dal 6 novembre (e non dal 5 come precedentemente indicato) e fino al 3 dicembre 2020, salvo ulteriori proroghe;

• ad attenersi comunque a quanto normativamente previsto in merito dalle Regioni e Province Autonome.

È possibile trasformare le attività d’aula in modalità “a distanza” sulla base delle indicazioni dei Vademecum pubblicato sui rispettivi siti di dei Fondi sopracitati.

Sebbene ad oggi Anpal https://www.anpal.gov.it/ non si sia ancora espressa ufficialmente nel merito, il nostro consiglio è di convertire, quanto più possibile, le attività formative in attività a distanza o, in assenza di alternative, di rimandare le attività in presenza a data da destinarsi per la sicurezza e la salute di tutti.

Sicuramente avremo presto nuovi aggiornamenti anche da parte di tutti gli altri Fondi Interprofessionali in tal senso.

Vi terremo prontamente aggiornati.

Hai bisogno di un chiarimento o vuoi maggiori informazioni?

Richiedi un contatto inviandoci una mail a: info@gherardiconsulting.it

FONDIRIGENTI – AVVISO 2/2020 “Resilienti e sostenibili”

Le risorse finanziarie destinate da Fondirigenti al presente Avviso ammontano a 7 milioni di euro.

OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO DELL'AVVISO 2/2020

Gli obiettivi del presente Avviso sono indirizzati a supportare lo sviluppo della managerialità e della competitività delle imprese aderenti a Fondirigenti nella fase di ripartenza legata al post Covid-19.

Con il presente Avviso Fondirigenti intende incentivare la presentazione di Piani formativi in grado di stimolare le imprese a rendere le funzioni aziendali “tradizionali” sempre più “smart”, resilienti e pronte a rispondere al cambiamento imposto dall’emergenza sanitaria e dai trend topics legati alla sostenibilità a 360°.

L’Avviso 2/2020 finanzia esclusivamente Piani formativi aziendali presentati in forma singola.

AREE DI INTERVENTO FORMATIVO

L’Avviso prevede 3 Aree di intervento. Sarà possibile scegliere un’unica Area su cui focalizzare il Piano formativo.

AREA 1 – Riorganizzazione dei processi

L’emergenza sanitaria ha evidenziato con forza l’importanza per le imprese di adottare principi lean e di dotarsi di soluzioni innovative, compresa la digitalizzazione, da applicare sulla catena della fornitura, la produzione e la vendita. Elementi fondamentali per rendere l’azienda pronta a reagire rapidamente ed in modo efficace allo shock di domanda e di offerta generato dalla crisi.

I Piani formativi che rientreranno in questa Area dovranno quindi accrescere e innovare le competenze manageriali legate, in particolare, alla riorganizzazione dei processi e alla gestione della supply chain, della produzione e delle reti di vendita.

A titolo di esempio, gli ambiti di intervento potranno proporre argomenti quali:

1.1 Supply chain

Interventi focalizzati sulla riorganizzazione della supply chain secondo i principi “lean” per l’innovazione, il miglioramento e l’efficientamento dei processi di approvvigionamento. Gli interventi potranno proporre, a titolo esemplificativo e non esaustivo, argomenti quali: pianificazione delle attività di distribuzione; gestione scorte, produzione e acquisto; gestione delle relazioni collaborative con fornitori e clienti; Supply Chain Risk Management; Supply network design; gestione dei processi in ambito Supply Chain; misurazione e controllo delle prestazioni dei Supply network.

1.2 Produzione

Interventi focalizzati sulla capacità di adeguare rapidamente o di riconvertire la produzione o il proprio modello di business per far fronte alle mutate condizioni di contesto ambientale e competitivo. Gli interventi potranno proporre, a titolo esemplificativo e non esaustivo, argomenti quali: gestione dei processi produttivi in linea con i più elevati standard nazionali ed internazionali in tema di qualità e sicurezza; sistemi e dati per la programmazione della produzione; gestione dei materiali; controllo delle prestazioni; digitalizzazione dei processi produttivi.

1.3 Reti di vendita

Interventi focalizzati sulle esigenze di innovazione delle reti di vendita, con particolare riferimento ai canali più innovativi (digitali) ed in grado di moltiplicare le occasioni di business. Gli interventi potranno proporre, a titolo esemplificativo e non esaustivo, argomenti quali: analisi delle reti di vendita e strategie aziendali; gestione della rete di vendita e sviluppo delle performance commerciali; trade marketing.

AREA 2 – Strumenti per il rilancio

Il rilancio nel post Covid-19 passa anche dalla capacità delle imprese di adottare nuovi modelli organizzativi e strumenti in grado di incrementare le opportunità di business e garantire il reperimento di risorse finanziarie idonee ad affrontare gli investimenti necessari.

I Piani formativi che rientreranno in questa Area dovranno quindi accrescere e innovare competenze manageriali legate, in particolare, al digital marketing, alla finanza e incentivi e ai nuovi modelli organizzativi.

A titolo di esempio, gli ambiti di intervento potranno proporre argomenti quali:

2.1 Digital marketing

Interventi focalizzati sugli strumenti innovativi di marketing utilizzabili per migliorare le performance delle imprese. Gli interventi potranno proporre, a titolo esemplificativo e non esaustivo, argomenti quali: digital marketing management; e-commerce e customer experience; CRM e customer research; growth strategy; search marketing; strategie di comunicazione e advertising; brand reputation e misurazione delle performance online; big data e business analytics.

2.2 Finanza e incentivi

Interventi focalizzati sulle leve finanziarie e gli incentivi pubblici a supporto della crescita e della competitività delle imprese. Gli interventi potranno proporre, a titolo esemplificativo e non esaustivo, argomenti quali: equilibri finanziari e scelte di struttura finanziaria; credito bancario, ruolo e implicazioni del rating; pianificazione finanziaria; strumenti di prevenzione della crisi d’impresa; Merger and Acquisition; reporting non finanziario; finanza innovativa (Fintech); strumenti e opzioni di debito e di Equity; SACE, Simest e altri strumenti di incentivazione pubblica.

2.3 Nuovi Modelli organizzativi

Interventi focalizzati sulle nuove modalità di lavoro da remoto e sulle connesse trasformazioni dei modelli organizzativi. Gli interventi potranno proporre, a titolo esemplificativo e non esaustivo, argomenti quali: pianificazione del lavoro a distanza; normativa e contrattualistica di riferimento; aspetti formativi e tecnologici dello smart working; cambiamenti organizzativi e stili di management; nuove modalità di controllo e monitoraggio delle prestazioni.

AREA 3 – Sostenibilità e Green Economy

La pandemia ha reso ancora più urgente per le aziende che vogliono restare competitive a livello globale, l’esigenza di improntare i propri business model ai principi della sostenibilità. La leva formativa manageriale può e deve sostenere lo sviluppo di strategie aziendali che puntino ad integrare la conoscenza e l’applicazione di nuove tecnologie della produzione o della vendita con l’attenzione alle esigenze ambientali e sociali dei territori nei quali si opera e capaci di sviluppare relazioni di co-opetition con gli stakeholder.

A titolo di esempio, gli ambiti di intervento potranno proporre argomenti quali:

3.1 Sostenibilità

Interventi finalizzati a fornire competenze per agevolare la transizione alla sostenibilità delle imprese, dal punto di vista tecnologico, organizzativo e di gestione delle relazioni con gli stakeholder. A titolo di esempio i contenuti potranno riguardare: eco-progettazione (sostenibile e circolare); green procurement; processi produttivi a basso impatto ambientale; tecnologie green e automazione per la sostenibilità della supply chain; green marketing e comunicazione; finanza sostenibile; progettazione e realizzazione di un sistema di gestione della responsabilità sociale; bilancio di sostenibilità; welfare aziendale; audit ambientali; ESG Due diligence; stakeholder engagement; reporting di sostenibilità; rischio e rating ambientale.

Ai fini dell’ammissione al finanziamento non è consentita la scelta di più di un ambito di intervento e saranno esclusi interventi formativi che non siano strettamente collegabili ai suddetti temi.

N.B. Si specifica che i Piani formativi di cui al presente Avviso non possono prevedere alcun tipo di azione o misura per conformarsi alla normativa nazionale in materia di formazione obbligatoria.

INTENSITA’ DEL FINANZIAMENTO

Finanziamento massimo ammissibile per azienda aderente è di 10.000 €

Le attività potranno essere realizzate direttamente dalle aziende, con le proprie risorse interne, e/o con il ricorso a fornitori selezionati in funzione di requisiti professionali coerenti con l'intervento formativo proposto.

I fornitori dovranno essere indicati all'interno dei Piani formativi e potranno essere sia persone fisiche che persone giuridiche.

I Fornitori, intesi come persone giuridiche, dovranno essere accreditati presso la Regione di riferimento e/o certificati Uni En Iso 9001:2008 (settore EA 37) e successive edizioni.

In mancanza dei suddetti requisiti, occorrerà indicare le ragioni della scelta all’interno del Piano formativo Condiviso con adeguato curricula dei formatori prescelti.

Il bando è aperto anche alle Grandi imprese che possono partecipare solo se sul proprio Conto Formazione non hanno a disposizione una cifra pari o superiore ai 15.000 € (Tale condizione verrà controllata dal sistema web sia al momento dell’apertura del Piano che in fase di invio dello stesso a Fondirigenti. Pertanto, se tra l’apertura del Piano e il suo invio venissero accreditate ulteriori risorse tali da far superare il saldo stabilito dall’Avviso, il sistema web bloccherà la possibilità di presentazione).

Possono partecipare all’Avviso anche:

- Le imprese che sono state escluse da precedenti Avvisi

- Le imprese aderenti che hanno un saldo sul proprio Conto Formazione pari a 0,00 €

TERMINI E SCADENZE

L’invio on line sarà consentito a partire dalle ore 12:00 del 27 Ottobre 2020 fino alle ore 12.00 del 1° Dicembre 2020.

Entro le ore 12.00 del 01/12/2020 dovranno essere caricati on line anche i documenti condivisi e sottoscritti dalle rappresentanze sindacali (Confindustria e Federmanager). Non sarà possibile partire con le attività formative del piano fino alla pubblicazione della graduatoria di approvazione dei progetti.

Il termine, improrogabile, per l’invio on line della rendicontazione dei Piani è fissato improrogabilmente entro 210 giorni solari (compresi Agosto e Festività) dalla data di pubblicazione delle approvazioni.

Fondimpresa – Nuovo Avviso con Contributo Aggiuntivo in arrivo a Settembre 2020

In questa fase di forte difficoltà Fondimpresa ha assunto una serie di decisioni che puntano ad incentivare le Aziende aderenti e gli Enti Formativi ad attivare ed estendere ulteriormente l'impegno ad investire nella formazione continua.

Tra le iniziative intraprese dal Fondo uscirà a Settembre 2020 un nuovo Avviso con la concessione di un Contributo Aggiuntivo alle risorse del Conto Formazione Aziendale.

L'Avviso promuoverà la realizzazione di Piani formativi condivisi esclusivamente interaziendali.

I rivolti ai lavoratori delle micro e piccole imprese aderenti. I Piani potranno prevedere le tematiche formative che più rispondono ai fabbisogni formativi emergenti e contingenti.

Per la prima volta sarà possibile la delegazione di pagamento del fornitore all'interno del mandato collettivo delle aziende beneficiarie del Piano evitando così per le Aziende l'onerosità dell'anticipo dei costi riferiti al Piano finanziato.

Potranno partecipare i dipendenti delle imprese aderenti in possesso dei requisiti richiesti dall'Avviso, i lavoratori posti in cassa integrazione guadagni (anche in deroga) e gli Apprendisti per attività formative diverse dalla formazione obbligatoria prevista dal loro contratto.

Attendiamo la pubblicazione del Testo integrale del nuovo Avviso che verrà pubblicato dal Fondo nel corso del mese di Settembre 2020.

Per maggiori informazioni contattaci allo 0514110800

o scrivi una mail a: info@gherardiconsulting.it

Fondimpresa – Avviso 2/2019 CONTRIBUTO AGGIUNTIVO PER PMI

20 MILIONI DI EURO

CONTRIBUTI AGGIUNTIVI

PER LA FORMAZIONE NELLE PMI

Piani formativi: Aziendali o Interaziendali

REQUISITI

  1. Appartenere alla categoria delle PMI
  2. Essere aderenti a Fondimpresa
  3. Presenza di un saldo attivo (importo del Disponibile > di 0)
  4. Essere in possesso delle credenziali di accesso all’area riservata
  5. Aver maturato sul proprio Conto formazione un accantonamento medio annuo (= Maturando) non superiore a 10.000 €
  6. Non avere presentato alcun Piano a valere sull'Avviso 2/2018 e a partire dal 31 Dicembre 2018 alcun Piano su Avvisi di Fondimpresa con contributo aggiuntivo.
  7. Partecipazione al Piano di almeno 5 lavoratori per un minimo di 12 ore di formazione procapite in una o più azioni formative valide. Tale requisito deve sussistere sia preventivo che a consuntivo.

DESTINATARI

  • Possono partecipare i lavoratori occupati nelle imprese aderenti, compresi apprendisti
  • Non possono partecipare lavoratori in CIG, con contratti di solidarietà e collaboratori a progetto, stagisti o altri collaboratori, nemmeno come uditori.

TEMPISTICHE:

Sarà possibile presentare i Piani formativi dalle:

ore 09:00 del 17 Febbraio 2020 fino ad esaurimento risorse (in ogni caso non oltre le ore 13:00 del 20 Aprile 2020).

COSTO MEDIO DI DOCENZA PREVISTO:

70€/h circa                                                                   

Il contributo aggiuntivo a disposizione per ogni azienda:

Maturando iniziale anno in corso sul
Conto formazione
Massimo contributo aggiuntivo:
Da 0,01 € fino a 250,00 €   (per aziende con meno di 6/7 dipendenti) 1.500,00 €
Oltre 250,00 €  fino a 3.000,00 € 3.000,00 €
Oltre 3.000,00 € fino a 10.000,00 € = al Maturando
Oltre 10.000,00 € DOMANDA NON
AMMISSIBILE

N.B. SONO ESCLUSE DA TALE FINANZIAMENTO LE ATTIVITA’  DI FORMAZIONE IN TEMA DI SICUREZZA OBBLIGATORIA E L’UTILIZZO DI VOUCHER FORMATIVI (ISCRIZIONE A CORSI INTERAZIENDALI)

FONDIRIGENTI – AVVISO 1/2019

FONDIRIGENTI – AVVISO 1/2019

Sostenere lo sviluppo della managerialità e della competitività delle imprese aderenti a Fondirigenti

Le risorse finanziarie destinate da Fondirigenti al presente Avviso ammontano a 8 milioni di euro suddivisi in due Macro Aree:

  • 6 milioni di euro a favore di aziende aderenti con sede legale nel Nord e nel Centro (Piemonte, Valle d'Aosta, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia di Trento, Provincia di Bolzano, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise);
  • 2 milioni di euro a favore di aziende aderenti con sede legale nel Sud e Isole (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna).

OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO DELL'AVVISO 1/2019

Fondirigenti attraverso il presente Avviso, intende sostenere lo sviluppo della managerialità e della competitività delle imprese aderenti con una particolare attenzione alle Regioni del Sud che, come evidenziato dai dati di partecipazione agli Avvisi, presentano maggiori difficoltà nell'accesso ed utilizzo dello strumento.

L'avviso 1/2019 finanzia esclusivamente Piani formativi aziendali presentati in forma singola.

Sono previste 6 Aree di intervento:

1. Area Innovazione produttiva

Interventi formativi focalizzati sul cambiamento del business model o sull’introduzione di nuovi prodotti o processi, o ancora sul miglioramento di quelli esistenti anche, ma non esclusivamente, attraverso la leva digitale.

A titolo di esempio, gli interventi potranno proporre argomenti quali: Business intelligence, Big Data e Business Analytics, Data Science; Realtà aumentata, Manifattura additiva; Lean design; Supply Chain Management; Design thinking; Machine learning e machine collaboration; Business model deployment; Design driven innovation; Open innovation.

2. Area Innovazione Tecnologica

Interventi formativi focalizzati sulla valutazione della propria organizzazione, la valorizzazione delle risorse umane o la definizione di un nuovo modello organizzativo coerente con un riposizionamento/cambiamento strategico dell’azienda.

A titolo di esempio, gli interventi potranno proporre argomenti quali: Sistemi incentivanti e di compensation; Strumenti di welfare aziendale; Diversity management e pari opportunità; Age management; Nuove logiche di organizzazione del lavoro (smart work); Progettazione e disegno di nuove soluzioni organizzative; Metodi e strumenti per valutare le competenze ed i potenziali.

3. Area Innovazione nel Marketing e comunicazione di impresa

Interventi formativi focalizzati sulle strategie, le metodologie e gli strumenti operativi per

innovare la comunicazione di impresa ed il proprio posizionamento sul mercato.

A titolo di esempio, gli interventi potranno proporre argomenti quali: Promozione del marchio; Sviluppo dell’e-commerce e mobile commerce; Servizi all’utente B2B e B2C; Creazione di nuove reti vendita; Sistemi di Business Analytics o CRM funzionali alla gestione dei clienti; Employer branding; Social media; Digital Identity. ff

4. Innovazione sostenibile e green economy

Interventi formativi focalizzati sulle strategie, le metodologie e gli strumenti per supportare le imprese nello sviluppo di una competitività sostenibile.

A titolo di esempio, gli interventi potranno proporre argomenti quali: Economia circolare; Politiche ambientali in azienda; Gestione responsabile della supply chain; Comunicazione sociale e marketing etico; Certificazioni di prodotto e processo.

5. Pianificazione, Programmazione e Controllo di gestione

Interventi formativi focalizzati sulle strategie, le metodologie e gli strumenti operativi funzionali al raggiungimento di un preciso obiettivo di crescita aziendale.

A titolo di esempio, gli interventi potranno proporre argomenti quali: Tecniche di project management avanzato; Business planning e controllo strategico d’impresa; Finance transformation; Definizione degli indicatori di performance economico/finanziaria; Business intelligence a supporto del controller.

6. Internazionalizzazione

Interventi focalizzati sulle strategie, le metodologie e gli strumenti per avviare, migliorare o implementare processi di internazionalizzazione.

Il progetto di internazionalizzazione dovrà essere descritto in modo puntuale, così come il mercato target di riferimento.

A titolo di esempio, gli interventi potranno proporre argomenti quali: Individuazione di nuovi partner commerciali e/o mercati; Apertura di sedi all’estero; Know how legale e amministrativo; Export management; Utilizzo delle misure di sostegno all’internazionalizzazione; Marketing strategico per l’internazionalizzazione; Analisi competitor e posizionamento; Negoziazione internazionale.

Ai fini dell’ammissione al finanziamento non è consentita la scelta di più di un ambito di intervento e saranno esclusi interventi formativi che non siano strettamente collegabili ai suddetti temi.

N.B. Si specifica che i Piani formativi di cui al presente Avviso non possono prevedere alcun tipo di azione o misura per conformarsi alla normativa nazionale in materia di formazione obbligatoria.

INTENSITA’ DEL FINANZIAMENTO E PARAMETRI DI AMMISSIBILTA’

Finanziamento massimo ammissibile per azienda aderente è di 15.000

Le attività potranno essere realizzate direttamente dalle aziende, con le proprie risorse interne, e/o con il ricorso a fornitori selezionati in funzione di requisiti professionali coerenti con l'intervento formativo proposto. I fornitori dovranno essere indicati all'interno dei Piani formativi e potranno essere sia persone fisiche che persone giuridiche.

I Fornitori, intesi come persone giuridiche, dovranno essere accreditati presso la Regione di riferimento e/o certificati Uni En Iso 9001:2008 (settore EA 37) e successive edizioni. In mancanza dei suddetti requisiti, occorrerà indicare le ragioni della scelta all’interno del Piano formativo Condiviso con adeguato curricula dei formatori prescelti.

Il bando è aperto anche alle Grandi imprese che possono partecipare solo se sul proprio Conto Formazione non hanno a disposizione una cifra pari o superiore ai 15.000 €

Possono partecipare anche:

  • Le imprese che hanno già ottenuto uno o più finanziamenti con precedenti Avvisi
  • Le imprese aderenti che hanno un saldo sul proprio Conto Formazione pari a 0,00€

TERMINI E SCADENZE

- L’invio on line sarà consentito a partire dalle ore 10:00 del 15 Ottobre 2019 fino alle ore 13.00 del 14 Novembre 2019.

Entro le ore 13.00 del 14/11/2019 dovranno essere caricati on line anche i documenti condivisi e sottoscritti dalle rappresentanze sindacali (Confindustria e Federmanager).

- Non sarà possibile partire con le attività formative del piano fino alla pubblicazione della graduatoria di approvazione dei progetti.

- Il termine, improrogabile, per la consegna della rendicontazione dei Piani, è fissato improrogabilmente entro 240 giorni solari ( compresi Agosto e festività) dalla data di pubblicazione delle approvazioni.

FONDIMPRESA: NUOVO SISTEMA DI TROUBLE TICKETING

FONDIMPRESA: NUOVO SISTEMA DI TROUBLE TICKETING

Riorganizzazione del Servizio di Assistenza alle Imprese, Enti e Consulenti 

Fondimpresa a partire dal 14 dicembre 2018 ha attivato il nuovo servizio  di assistenza agli utenti, riorganizzando il sistema di assistenza online attraverso il quale si facilita l’accesso alle richieste di informazioni e/o le risposte alle segnalazioni, tramite un link dedicato che classifica e semplifica per tipologia della richiesta e categoria, gli aspetti riguardanti Adesioni/Registrazioni, Anagrafiche Aziende, Conto Formazione (attivazione/presentazione piano, istruttoria, monitoraggio, anticipo e rendicontazione), Conto di Sistema (gestione e rendicontazione), Servizi a Supporto (variazioni societarie, portabilità, verifiche in itinere, verifiche ex post). E’ quindi sufficiente cliccare sul link http://assistenza.fondimpresa.it/assistenza/ e, seguire i menu per tipologia della richiesta e categoria, e inoltrare la propria segnalazione. Le richieste verranno così automaticamente smistate dalle Articolazioni Territoriali che le prenderanno direttamente in carico, fornendo poi una pronta risposta. Introducendo questo nuovo sistema di Trouble Ticketing le comunicazioni con le diverse Aree e Fondimpresa verranno gestite più velocemente ed efficacemente. Il nuovo sistema consentirà alle Aziende, Enti e Consulenti di ottenere risposte ai propri quesiti nel modo più adeguato e nel tempo più breve possibile.

FONDIRIGENTI – AVVISO 3/2018

FONDIRIGENTI – AVVISO 3/2018 Sostenere lo sviluppo della managerialità e della competitività delle imprese aderenti a Fondirigenti   Le risorse finanziarie destinate da Fondirigenti al presente Avviso ammontano a 8 milioni di euro complessivi a livello nazionale.   OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO DELL'AVVISO 3/2018 Fondirigenti attraverso il presente Avviso, intende sostenere lo sviluppo della managerialità e della competitività delle imprese aderenti mediante Piani formativi Aziendali, da presentarsi esclusivamente in forma singola, i quali dovranno indirizzarsi ad un’unica Area di intervento e, all’interno dell’Area prescelta, ad un unico tema:    
  • Area Trasformazione digitale
    Gli interventi formativi dovranno essere finalizzati allo sviluppo di competenze specifiche per favorire la trasformazione digitale in azienda e/o implementare processi già in atto. Il progetto di digitalizzazione dovrà essere descritto chiaramente e l’azione formativa dovrà essere strettamente connessa alla sua implementazione. Pertanto, non saranno valutati positivamente, progetti basic di introduzione e alfabetizzazione alle tematiche di Industria 4.0, così come progetti che non vadano oltre l’apprendimento standard degli strumenti social.   Tema 1.1 - Digital marketing e social media management A titolo di esempio i contenuti potranno riguardare: Creazione di nuove reti vendita; Promozione del marchio; Sviluppo dell’e-commerce e mobile commerce; Strategie di marketing e digital marketing; Servizi all’utente B2B e B2C.; Content marketing.   Tema 1.2 - Digitalizzazione dei processi organizzativi e/o produttivi A titolo di esempio i contenuti potranno riguardare: Supply chain management; Digital manufacturing; Digital lean manufacturing; Additive manufacturing; Robotica; Implementazione di principi, metodi e tecniche per la gestione dei processi, definizione di nuovi modelli organizzativi strettamente connessi alla digital transformation.   Tema 1.3 - Gestione, raccolta e analisi dei dati a supporto del business aziendale A titolo di esempio i contenuti potranno riguardare: Business intelligence, Big Data e Business Analytics, Data Science, CRM.   Tema 1.4 - Incentivazione alla trasformazione digitale A titolo di esempio i contenuti potranno riguardare: Conoscenza e accesso a fonti e strumenti di incentivazione e di agevolazione finanziaria a supporto degli investimenti per la trasformazione digitale (ad es. super ammortamento, iper ammortamento, credito di imposta R&S, misure ad hoc per start up e PMI innovative. Tema 1.5 - Cyber security e Data Protection A titolo di esempio i contenuti potranno riguardare: Gestione dei rischi, contromisure e valutazione della sicurezza; Protezione database; Certificazione ISO/IEC 27001 per la sicurezza aziendale; Cyber Intelligence; Cybercrime; Compliance normative relative alla protezione dei dati personali.  
  1. Area Internazionalizzazione
  Gli interventi formativi dovranno essere finalizzati a fornire competenze specifiche per avviare, migliorare o implementare processi di internazionalizzazione. Il progetto di internazionalizzazione dovrà essere descritto chiaramente, così come il mercato target di riferimento. In questa Area non dovranno essere proposte attività relative alla promozione e marketing se non strettamente legate al processo di internazionalizzazione.   Tema 2.1 - Crescita ed espansione aziendale A titolo di esempio i contenuti potranno riguardare: Individuazione di nuovi partner commerciali e/o mercati; Apertura di sedi all’estero; Know how legale e amministrativo; Norme di tutela internazionale del credito; Utilizzo delle misure di sostegno all’internazionalizzazione; Marketing strategico per l’internazionalizzazione; Analisi competitor e posizionamento; Negoziazione internazionale.  
  1. Area Organizzazione, Pianificazione e Controllo
  Gli interventi formativi dovranno essere finalizzati a fornire competenze specifiche per migliorare la gestione e la valutazione dell’organizzazione a 360°. Non saranno valutati positivamente progetti standard di introduzione al project management, progetti relativi unicamente allo sviluppo di soft skills, così come progetti in cui non sia chiaro il processo di innovazione e miglioramento in atto o auspicato.   Tema 3.1 - Project management a supporto del cambiamento e miglioramento dei processi aziendali A titolo di esempio i contenuti potranno riguardare: Preparazione alla Certificazione PMI-PMP; Preparazione alla Certificazione delle competenze HR; Tecniche e metodologie; Gestione tempi/costi; Documentazione e reportistica; Rischi e opportunità di progetto.   Tema 3.2 - Performance management A titolo di esempio i contenuti potranno riguardare: Gestione dei sistemi incentivanti e di compensation; Sviluppo di leve motivazionali nei collaboratori; Sviluppo di strumenti di welfare aziendale.   Tema 3.3 - Innovation management A titolo di esempio i contenuti potranno riguardare: Logiche e strumenti per produrre innovazione; Immaginare, simulare e progettare la fabbrica intelligente; Finanziamenti per l’innovazione; Strumenti e processi per proteggere, valorizzare e valutare la proprietà industriale.   Tema 3.4 - Credito, sostenibilità e investimenti A titolo di esempio i contenuti potrebbero riguardare: Principi di redazione del bilancio di sostenibilità; Business planning e proiezioni economiche finanziarie; Gestione dei rapporti con il sistema bancario; Finance transformation; Definizione degli indicatori di performance economico/finanziaria.   Ai fini dell’ammissione al finanziamento non è consentita la scelta di più di un ambito di intervento e saranno esclusi interventi formativi che non siano strettamente collegabili ai suddetti temi.   N.B. Si specifica che i Piani formativi di cui al presente Avviso non possono prevedere alcun tipo di azione o misura per conformarsi alla normativa nazionale in materia di formazione obbligatoria.  INTENSITA’ DEL FINANZIAMENTO E PARAMETRI DI AMMISSIBILTA’ Finanziamento massimo ammissibile per azienda aderente è di 15.000 Le attività potranno essere realizzate direttamente dalle aziende, con le proprie risorse interne, e/o con il ricorso a fornitori selezionati in funzione di requisiti professionali coerenti con l'intervento formativo proposto. I fornitori dovranno essere indicati all'interno dei Piani formativi e potranno essere sia persone fisiche che persone giuridiche. I Fornitori, intesi come persone giuridiche, dovranno essere accreditati presso la Regione di riferimento e/o certificati Uni En Iso 9001:2008 (settore EA 37) e successive edizioni. In mancanza dei suddetti requisiti, occorrerà indicare le ragioni della scelta all’interno del Piano formativo Condiviso con adeguato curricula dei formatori prescelti. Il bando è aperto anche alle Grandi imprese che possono partecipare solo se sul proprio Conto Formazione non hanno a disposizione una cifra pari o superiore ai 15.000 € TERMINI E SCADENZE   - L’invio on line sarà consentito a partire dalle ore 10:00 del 20 Novembre 2018 fino alle ore 13.00 del 24 Gennaio 2019. Entro le ore 13.00 del 24/01/2019 dovranno essere caricati on line anche i documenti condivisi e sottoscritti dalle rappresentanze sindacali (Confindustria e Federmanager).   - Non sarà possibile partire con le attività formative del piano fino alla pubblicazione della graduatoria di approvazione dei progetti - Il termine, improrogabile, per la consegna della rendicontazione dei Piani, presso la sede di Fondirigenti, è fissato improrogabilmente entro 210 giorni solari dalla data di pubblicazione delle approvazioni.        

FONDIMPRESA – AVVISO 2/2018 CONTRIBUTO AGGIUNTIVO PER PMI

10 MILIONI DI EURO

CONTRIBUTI AGGIUNTIVI PER LA FORMAZIONE NELLE PMI

Piani formativi Aziendali
Interaziendali
    REQUISITI
  1. Appartenere alla categoria delle PMI
  2. Essere aderenti a Fondimpresa
  3. Presenza di un saldo attivo (importo del Disponibile > di 0)
  4. Essere in possesso delle credenziali di accesso all’area riservata
  5. Aver maturato sul proprio Conto formazione un accantonamento medio annuo (= Maturando) non superiore a 10.000 €
  6. Non avere presentato a partire dal 31Dicembre 2016 alcun Piano a valere su Avvisi di Fondimpresa con contributo aggiuntivo (è esclusa la partecipazione all’Avviso 4/2016 per Neoassunti, pertanto chi ha partecipato a questo avviso può presentare sull'avviso corrente)
  7. Partecipazione al Piano di almeno 5 lavoratori per un minimo di 12 ore di formazione procapite in una o più azioni formative valide. Tale requisito deve sussistere sia preventivo che a consuntivo.
  DESTINATARI
  • Possono partecipare i lavoratori occupati nelle imprese aderenti, compresi apprendisti
  • Non possono partecipare lavoratori in CIG, con contratti di solidarietà e collaboratori a progetto, stagisti o altri collaboratori, nemmeno come uditori.
  TEMPISTICHE: Sarà possibile presentare i Piani formativi dalle: ore 09:00 del 19 Ottobre 2018 fino ad esaurimento risorse (in ogni caso non oltre le ore 13:00 del 19 Novembre 2018).   COSTO MEDIO DI DOCENZA PREVISTO 70€/h circa                                                                    Il contributo aggiuntivo a disposizione per ogni azienda:  
Maturando iniziale anno in corso sul Conto formazione Massimo contributo aggiuntivo:
Da 0,01 € fino a 250,00 € (per aziende con meno di 6/7 dipendenti) 1.500,00 €
Oltre 250,00 €  fino a 3.000,00 € 3.000,00 €
Oltre 3.000,00 € fino a 10.000,00 € = al Maturando
Oltre 10.000,00 € DOMANDA NON AMMISSIBILE
  N.B. SONO ESCLUSE DA TALE FINANZIAMENTO LE ATTIVITA’  DI FORMAZIONE IN TEMA DI SICUREZZA OBBLIGATORIA E L’UTILIZZO DI VOUCHER FORMATIVI (ISCRIZIONE A CORSI INTERAZIENDA

SOSPENSIONE USCITA AVVISI PUBBLICI FONDI INTERPROFESSIONALI

Con la circolare del 10 Aprile 2018 l’Associazione Nazionale Politiche Attive del Lavoro – ANPAL, ha emesso le nuove Linee guida in vigore a partire dal mese di Aprile 2018 che regolamentano dettagliatamente le procedure di gestione e rendicontazione delle spese inerenti ai Piani formativi finanziati, al fine di un maggiore controllo e maggiore trasparenza sulle procedure adottate dai Fondi Interprofessionali, in particolare rispetto  agli Avvisi con contributo pubblico.

Di conseguenza tutti i Fondi Interprofessionali hanno dovuto posticipare l’uscita degli Avvisi pubblici per poter rispondere a quanto richiesto dalla suddetta circolare.

Pertanto ci auspichiamo che tali avvisi per finanziare la formazione dei lavoratori dipendenti riprenderanno la consueta uscita e programmazione e verranno pubblicati non appena i singoli Fondi avranno adeguato, e avuto riscontro positivo dall’ANPAL, sulle procedure adottate per la gestione, il monitoraggio e la rendicontazione inerenti ai Piani finanziati con Avviso Pubblico.

Alcuni fondi con i quali lavoriamo ad esempio Fondimpresa o FonCoop hanno già delle procedure in linea con quanto richiesto dall’ANPAL.

I tempi però per la comunicazione e la corretta pubblicazione dei fondi che possono procedere a presentare avvisi pubblici restano però ancora un’incognita.

Nel frattempo restano invariate le possibilità di presentare piani formativi utilizzando le proprie risorse (conto formazione/formativo aziendale).

Cliccando al seguente link potrete consultare la Circolare..

 Vi terremo informati su i prossimi sviluppi.