DPCM del 3 novembre 2020 e Formazione in aula, cosa cambia?

Posticipata al 6 novembre 2020 la sospensione delle attività formative d’aula e utilizzo alternativo della didattica a distanza.

In osservanza del DPCM del 3 novembre 2020 https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/11/04/20A06109/sg , che all’Articolo 1 Comma 9 lettera ‘s’ prescrive “I corsi di formazione pubblici e privati possono svolgersi solo in modalità a distanza”, e “Sono consentiti i corsi di formazione in materia di salute e sicurezza a condizione che siano rispettate le misure di cui al ‘Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento al contagio da SARS-Co V-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione’ pubblicato dall’INAIL”, al momento solo alcuni Fondi Interprofessionali, Fon.Coop e For.Te, si sono espressi comunicando quanto segue.

Le imprese beneficiarie e gli enti che gestiscono piani formativi finanziati dai Fondi sono tenuti:

• a sospendere le attività formative in presenza programmatefatta eccezione per i corsi di formazione specificatamente indicati nel Dpcm, tra i quali le materie di salute e sicurezzain tutte le Regioni a partire dal 6 novembre (e non dal 5 come precedentemente indicato) e fino al 3 dicembre 2020, salvo ulteriori proroghe;

• ad attenersi comunque a quanto normativamente previsto in merito dalle Regioni e Province Autonome.

È possibile trasformare le attività d’aula in modalità “a distanza” sulla base delle indicazioni dei Vademecum pubblicato sui rispettivi siti di dei Fondi sopracitati.

Sebbene ad oggi Anpal https://www.anpal.gov.it/ non si sia ancora espressa ufficialmente nel merito, il nostro consiglio è di convertire, quanto più possibile, le attività formative in attività a distanza o, in assenza di alternative, di rimandare le attività in presenza a data da destinarsi per la sicurezza e la salute di tutti.

Sicuramente avremo presto nuovi aggiornamenti anche da parte di tutti gli altri Fondi Interprofessionali in tal senso.

Vi terremo prontamente aggiornati.

Hai bisogno di un chiarimento o vuoi maggiori informazioni?

Richiedi un contatto inviandoci una mail a: info@gherardiconsulting.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.