FONDIRIGENTI – AVVISO 2/2020 “Resilienti e sostenibili”

Le risorse finanziarie destinate da Fondirigenti al presente Avviso ammontano a 7 milioni di euro.

OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO DELL'AVVISO 2/2020

Gli obiettivi del presente Avviso sono indirizzati a supportare lo sviluppo della managerialità e della competitività delle imprese aderenti a Fondirigenti nella fase di ripartenza legata al post Covid-19.

Con il presente Avviso Fondirigenti intende incentivare la presentazione di Piani formativi in grado di stimolare le imprese a rendere le funzioni aziendali “tradizionali” sempre più “smart”, resilienti e pronte a rispondere al cambiamento imposto dall’emergenza sanitaria e dai trend topics legati alla sostenibilità a 360°.

L’Avviso 2/2020 finanzia esclusivamente Piani formativi aziendali presentati in forma singola.

AREE DI INTERVENTO FORMATIVO

L’Avviso prevede 3 Aree di intervento. Sarà possibile scegliere un’unica Area su cui focalizzare il Piano formativo.

AREA 1 – Riorganizzazione dei processi

L’emergenza sanitaria ha evidenziato con forza l’importanza per le imprese di adottare principi lean e di dotarsi di soluzioni innovative, compresa la digitalizzazione, da applicare sulla catena della fornitura, la produzione e la vendita. Elementi fondamentali per rendere l’azienda pronta a reagire rapidamente ed in modo efficace allo shock di domanda e di offerta generato dalla crisi.

I Piani formativi che rientreranno in questa Area dovranno quindi accrescere e innovare le competenze manageriali legate, in particolare, alla riorganizzazione dei processi e alla gestione della supply chain, della produzione e delle reti di vendita.

A titolo di esempio, gli ambiti di intervento potranno proporre argomenti quali:

1.1 Supply chain

Interventi focalizzati sulla riorganizzazione della supply chain secondo i principi “lean” per l’innovazione, il miglioramento e l’efficientamento dei processi di approvvigionamento. Gli interventi potranno proporre, a titolo esemplificativo e non esaustivo, argomenti quali: pianificazione delle attività di distribuzione; gestione scorte, produzione e acquisto; gestione delle relazioni collaborative con fornitori e clienti; Supply Chain Risk Management; Supply network design; gestione dei processi in ambito Supply Chain; misurazione e controllo delle prestazioni dei Supply network.

1.2 Produzione

Interventi focalizzati sulla capacità di adeguare rapidamente o di riconvertire la produzione o il proprio modello di business per far fronte alle mutate condizioni di contesto ambientale e competitivo. Gli interventi potranno proporre, a titolo esemplificativo e non esaustivo, argomenti quali: gestione dei processi produttivi in linea con i più elevati standard nazionali ed internazionali in tema di qualità e sicurezza; sistemi e dati per la programmazione della produzione; gestione dei materiali; controllo delle prestazioni; digitalizzazione dei processi produttivi.

1.3 Reti di vendita

Interventi focalizzati sulle esigenze di innovazione delle reti di vendita, con particolare riferimento ai canali più innovativi (digitali) ed in grado di moltiplicare le occasioni di business. Gli interventi potranno proporre, a titolo esemplificativo e non esaustivo, argomenti quali: analisi delle reti di vendita e strategie aziendali; gestione della rete di vendita e sviluppo delle performance commerciali; trade marketing.

AREA 2 – Strumenti per il rilancio

Il rilancio nel post Covid-19 passa anche dalla capacità delle imprese di adottare nuovi modelli organizzativi e strumenti in grado di incrementare le opportunità di business e garantire il reperimento di risorse finanziarie idonee ad affrontare gli investimenti necessari.

I Piani formativi che rientreranno in questa Area dovranno quindi accrescere e innovare competenze manageriali legate, in particolare, al digital marketing, alla finanza e incentivi e ai nuovi modelli organizzativi.

A titolo di esempio, gli ambiti di intervento potranno proporre argomenti quali:

2.1 Digital marketing

Interventi focalizzati sugli strumenti innovativi di marketing utilizzabili per migliorare le performance delle imprese. Gli interventi potranno proporre, a titolo esemplificativo e non esaustivo, argomenti quali: digital marketing management; e-commerce e customer experience; CRM e customer research; growth strategy; search marketing; strategie di comunicazione e advertising; brand reputation e misurazione delle performance online; big data e business analytics.

2.2 Finanza e incentivi

Interventi focalizzati sulle leve finanziarie e gli incentivi pubblici a supporto della crescita e della competitività delle imprese. Gli interventi potranno proporre, a titolo esemplificativo e non esaustivo, argomenti quali: equilibri finanziari e scelte di struttura finanziaria; credito bancario, ruolo e implicazioni del rating; pianificazione finanziaria; strumenti di prevenzione della crisi d’impresa; Merger and Acquisition; reporting non finanziario; finanza innovativa (Fintech); strumenti e opzioni di debito e di Equity; SACE, Simest e altri strumenti di incentivazione pubblica.

2.3 Nuovi Modelli organizzativi

Interventi focalizzati sulle nuove modalità di lavoro da remoto e sulle connesse trasformazioni dei modelli organizzativi. Gli interventi potranno proporre, a titolo esemplificativo e non esaustivo, argomenti quali: pianificazione del lavoro a distanza; normativa e contrattualistica di riferimento; aspetti formativi e tecnologici dello smart working; cambiamenti organizzativi e stili di management; nuove modalità di controllo e monitoraggio delle prestazioni.

AREA 3 – Sostenibilità e Green Economy

La pandemia ha reso ancora più urgente per le aziende che vogliono restare competitive a livello globale, l’esigenza di improntare i propri business model ai principi della sostenibilità. La leva formativa manageriale può e deve sostenere lo sviluppo di strategie aziendali che puntino ad integrare la conoscenza e l’applicazione di nuove tecnologie della produzione o della vendita con l’attenzione alle esigenze ambientali e sociali dei territori nei quali si opera e capaci di sviluppare relazioni di co-opetition con gli stakeholder.

A titolo di esempio, gli ambiti di intervento potranno proporre argomenti quali:

3.1 Sostenibilità

Interventi finalizzati a fornire competenze per agevolare la transizione alla sostenibilità delle imprese, dal punto di vista tecnologico, organizzativo e di gestione delle relazioni con gli stakeholder. A titolo di esempio i contenuti potranno riguardare: eco-progettazione (sostenibile e circolare); green procurement; processi produttivi a basso impatto ambientale; tecnologie green e automazione per la sostenibilità della supply chain; green marketing e comunicazione; finanza sostenibile; progettazione e realizzazione di un sistema di gestione della responsabilità sociale; bilancio di sostenibilità; welfare aziendale; audit ambientali; ESG Due diligence; stakeholder engagement; reporting di sostenibilità; rischio e rating ambientale.

Ai fini dell’ammissione al finanziamento non è consentita la scelta di più di un ambito di intervento e saranno esclusi interventi formativi che non siano strettamente collegabili ai suddetti temi.

N.B. Si specifica che i Piani formativi di cui al presente Avviso non possono prevedere alcun tipo di azione o misura per conformarsi alla normativa nazionale in materia di formazione obbligatoria.

INTENSITA’ DEL FINANZIAMENTO

Finanziamento massimo ammissibile per azienda aderente è di 10.000 €

Le attività potranno essere realizzate direttamente dalle aziende, con le proprie risorse interne, e/o con il ricorso a fornitori selezionati in funzione di requisiti professionali coerenti con l'intervento formativo proposto.

I fornitori dovranno essere indicati all'interno dei Piani formativi e potranno essere sia persone fisiche che persone giuridiche.

I Fornitori, intesi come persone giuridiche, dovranno essere accreditati presso la Regione di riferimento e/o certificati Uni En Iso 9001:2008 (settore EA 37) e successive edizioni.

In mancanza dei suddetti requisiti, occorrerà indicare le ragioni della scelta all’interno del Piano formativo Condiviso con adeguato curricula dei formatori prescelti.

Il bando è aperto anche alle Grandi imprese che possono partecipare solo se sul proprio Conto Formazione non hanno a disposizione una cifra pari o superiore ai 15.000 € (Tale condizione verrà controllata dal sistema web sia al momento dell’apertura del Piano che in fase di invio dello stesso a Fondirigenti. Pertanto, se tra l’apertura del Piano e il suo invio venissero accreditate ulteriori risorse tali da far superare il saldo stabilito dall’Avviso, il sistema web bloccherà la possibilità di presentazione).

Possono partecipare all’Avviso anche:

- Le imprese che sono state escluse da precedenti Avvisi

- Le imprese aderenti che hanno un saldo sul proprio Conto Formazione pari a 0,00 €

TERMINI E SCADENZE

L’invio on line sarà consentito a partire dalle ore 12:00 del 27 Ottobre 2020 fino alle ore 12.00 del 1° Dicembre 2020.

Entro le ore 12.00 del 01/12/2020 dovranno essere caricati on line anche i documenti condivisi e sottoscritti dalle rappresentanze sindacali (Confindustria e Federmanager). Non sarà possibile partire con le attività formative del piano fino alla pubblicazione della graduatoria di approvazione dei progetti.

Il termine, improrogabile, per l’invio on line della rendicontazione dei Piani è fissato improrogabilmente entro 210 giorni solari (compresi Agosto e Festività) dalla data di pubblicazione delle approvazioni.