FONDIRIGENTI – AVVISO 1/2019

FONDIRIGENTI – AVVISO 1/2019

Sostenere lo sviluppo della managerialità e della competitività delle imprese aderenti a Fondirigenti

Le risorse finanziarie destinate da Fondirigenti al presente Avviso ammontano a 8 milioni di euro suddivisi in due Macro Aree:

  • 6 milioni di euro a favore di aziende aderenti con sede legale nel Nord e nel Centro (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia di Trento, Provincia di Bolzano, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise);
  • 2 milioni di euro a favore di aziende aderenti con sede legale nel Sud e Isole (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna).

OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO DELL’AVVISO 1/2019

Fondirigenti attraverso il presente Avviso, intende sostenere lo sviluppo della managerialità e della competitività delle imprese aderenti con una particolare attenzione alle Regioni del Sud che, come evidenziato dai dati di partecipazione agli Avvisi, presentano maggiori difficoltà nell’accesso ed utilizzo dello strumento.

L’avviso 1/2019 finanzia esclusivamente Piani formativi aziendali presentati in forma singola.

Sono previste 6 Aree di intervento:

1. Area Innovazione produttiva

Interventi formativi focalizzati sul cambiamento del business model o sull’introduzione di nuovi prodotti o processi, o ancora sul miglioramento di quelli esistenti anche, ma non esclusivamente, attraverso la leva digitale.

A titolo di esempio, gli interventi potranno proporre argomenti quali: Business intelligence, Big Data e Business Analytics, Data Science; Realtà aumentata, Manifattura additiva; Lean design; Supply Chain Management; Design thinking; Machine learning e machine collaboration; Business model deployment; Design driven innovation; Open innovation.

2. Area Innovazione Tecnologica

Interventi formativi focalizzati sulla valutazione della propria organizzazione, la valorizzazione delle risorse umane o la definizione di un nuovo modello organizzativo coerente con un riposizionamento/cambiamento strategico dell’azienda.

A titolo di esempio, gli interventi potranno proporre argomenti quali: Sistemi incentivanti e di compensation; Strumenti di welfare aziendale; Diversity management e pari opportunità; Age management; Nuove logiche di organizzazione del lavoro (smart work); Progettazione e disegno di nuove soluzioni organizzative; Metodi e strumenti per valutare le competenze ed i potenziali.

3. Area Innovazione nel Marketing e comunicazione di impresa

Interventi formativi focalizzati sulle strategie, le metodologie e gli strumenti operativi per

innovare la comunicazione di impresa ed il proprio posizionamento sul mercato.

A titolo di esempio, gli interventi potranno proporre argomenti quali: Promozione del marchio; Sviluppo dell’e-commerce e mobile commerce; Servizi all’utente B2B e B2C; Creazione di nuove reti vendita; Sistemi di Business Analytics o CRM funzionali alla gestione dei clienti; Employer branding; Social media; Digital Identity. ff

4. Innovazione sostenibile e green economy

Interventi formativi focalizzati sulle strategie, le metodologie e gli strumenti per supportare le imprese nello sviluppo di una competitività sostenibile.

A titolo di esempio, gli interventi potranno proporre argomenti quali: Economia circolare; Politiche ambientali in azienda; Gestione responsabile della supply chain; Comunicazione sociale e marketing etico; Certificazioni di prodotto e processo.

5. Pianificazione, Programmazione e Controllo di gestione

Interventi formativi focalizzati sulle strategie, le metodologie e gli strumenti operativi funzionali al raggiungimento di un preciso obiettivo di crescita aziendale.

A titolo di esempio, gli interventi potranno proporre argomenti quali: Tecniche di project management avanzato; Business planning e controllo strategico d’impresa; Finance transformation; Definizione degli indicatori di performance economico/finanziaria; Business intelligence a supporto del controller.

6. Internazionalizzazione

Interventi focalizzati sulle strategie, le metodologie e gli strumenti per avviare, migliorare o implementare processi di internazionalizzazione.

Il progetto di internazionalizzazione dovrà essere descritto in modo puntuale, così come il mercato target di riferimento.

A titolo di esempio, gli interventi potranno proporre argomenti quali: Individuazione di nuovi partner commerciali e/o mercati; Apertura di sedi all’estero; Know how legale e amministrativo; Export management; Utilizzo delle misure di sostegno all’internazionalizzazione; Marketing strategico per l’internazionalizzazione; Analisi competitor e posizionamento; Negoziazione internazionale.

Ai fini dell’ammissione al finanziamento non è consentita la scelta di più di un ambito di intervento e saranno esclusi interventi formativi che non siano strettamente collegabili ai suddetti temi.

N.B. Si specifica che i Piani formativi di cui al presente Avviso non possono prevedere alcun tipo di azione o misura per conformarsi alla normativa nazionale in materia di formazione obbligatoria.

INTENSITA’ DEL FINANZIAMENTO E PARAMETRI DI AMMISSIBILTA’

Finanziamento massimo ammissibile per azienda aderente è di 15.000

Le attività potranno essere realizzate direttamente dalle aziende, con le proprie risorse interne, e/o con il ricorso a fornitori selezionati in funzione di requisiti professionali coerenti con l’intervento formativo proposto. I fornitori dovranno essere indicati all’interno dei Piani formativi e potranno essere sia persone fisiche che persone giuridiche.

I Fornitori, intesi come persone giuridiche, dovranno essere accreditati presso la Regione di riferimento e/o certificati Uni En Iso 9001:2008 (settore EA 37) e successive edizioni. In mancanza dei suddetti requisiti, occorrerà indicare le ragioni della scelta all’interno del Piano formativo Condiviso con adeguato curricula dei formatori prescelti.

Il bando è aperto anche alle Grandi imprese che possono partecipare solo se sul proprio Conto Formazione non hanno a disposizione una cifra pari o superiore ai 15.000 €

Possono partecipare anche:

  • Le imprese che hanno già ottenuto uno o più finanziamenti con precedenti Avvisi
  • Le imprese aderenti che hanno un saldo sul proprio Conto Formazione pari a 0,00€

TERMINI E SCADENZE

– L’invio on line sarà consentito a partire dalle ore 10:00 del 15 Ottobre 2019 fino alle ore 13.00 del 14 Novembre 2019.

Entro le ore 13.00 del 14/11/2019 dovranno essere caricati on line anche i documenti condivisi e sottoscritti dalle rappresentanze sindacali (Confindustria e Federmanager).

– Non sarà possibile partire con le attività formative del piano fino alla pubblicazione della graduatoria di approvazione dei progetti.

Il termine, improrogabile, per la consegna della rendicontazione dei Piani, è fissato improrogabilmente entro 240 giorni solari ( compresi Agosto e festività) dalla data di pubblicazione delle approvazioni.

About the author: alicegherardi

Leave a Reply

Your email address will not be published.